La dimensione della realtà è stata distorta,le buone sensazioni sono state trasformate : viviamo nella dimensione della vendetta e del controllo. Sono un ragazzo di Messina,ho 18 anni,mi chiamo Davide ma qui il mio nome è Andvyd Schattenfürst //

La fine di un ciclo

Frequenze alterate,battiti irregolari
Sostanza in circolo ,esplode
Vedo dimensioni parallele
Sento lo squarcio
Lo spaziotempo è distorto
La quarta dimensione scorre in modo casuale
Avanti e indietro,il ciclo è sempre uguale
Sei apice e baratro,inizio di una nuova fine
Distaccato dalla realtà , fluttuo
Vedo il mondo inverso e i suoi demoni
Li combatto,li affronto,siete sempre gli stessi
Oscura sensazione,oscura confusione
Sei infinita condanna,infinito dolore
Sempre uguale,ciclicamente mi attacchi
Ed io col mio edonismo
Ed io col mio materialismo
Non riesco a sopprimerti,belva feroce
Figlia del Demone che è in me
Soccomberemo insieme?
E cosa siamo io e te?
Infinita sintonia,infinita distorsione
Effetti collaterali del distacco
Mi impediscono ogni impercettibile movimento
Sono nel circolo,sei in circolo
E vedo il tramonto di questa vita,di questo ciclo
E fu sera,e fu inverno
Tutto si congelò,tutto morì
Ci sarà un nuova alba,una nuova primavera?
Non lo so per certo,ma questo ciclo finirà.

 

Il Rappresentante di Istituto

Io: Caro amico e compagno,ti ho stimato da quell'occupazione del 2012,quella settimana mi ha cambiato la vita,mi ha avvicinato alla politica e a te

I: Stasera mi vuoi fare commuovere

Io: Ti ricordi la tua linea politica nelle ultime elezioni?Quelle delle piccole cose,dei piccoli gesti che un rappresentante deve fare per la comunità ? Beh con me ci sei riuscito,mi hai regalato qualcosa in cui sono bravo,qualcosa di cui mi sento finalmente parte

I: Sai, ho cercato di trovare dei discendenti,delle persone capaci in questi anni ma se c'è qualcuno che interpreta la politica come me ,il mio erede più simile,quello sei tu

E mi avete insegnato il potere della comunità,della condivisione,mi avete insegnato ad esprimermi e avete sbloccato molte emozioni represse,mi avete infuso la volontà di potenza,mi avete insegnato l’egoismo,mi avete insegnato le priorità,mi avete insegnato la sottomissione,mi avete insegnato il comando,mi avete insegnato il significato di fiducia,di diffidenza,di affetto e di delusione.Meschini e adorabili,angeli e demoni.Cosa siamo noi essere umani se non questo? Egoisti,edonisti ma lo si fa tutti insieme,un po’ per volta. Anche il più puro socialista pensa prima a se stesso.

La forza dell’intelletto

Dipingevi mondi surreali
E surreale era il tuo pensiero
La tua arte muore di fronte alla mancanza
Di una coerente logica
La tua bellezza viene meno di fronte al venire meno
Della profondità d’animo
Sei una bella bella matrioska dai mille volti
Più vai a fondo,più la tua bellezza viene fuori
Un insetto vestito da Dio
E il poeta uccide il pittore
L’avanguardia rossa  avanza
E distrugge l’inutile
L’avanguardia rossa avanza
E seleziona i migliori
L’avanguardia rossa avanza
E non si guarda indietro
O piccolo uomo impara dagli errori
O piccolo uomo sii sempre vincitore
E la tua volontà di potenza
Ti innalzerà fino al firmamento


All’ombra di Marzamemi

O musa ti invoco 
Da questa terra dell’estremo sud
Dal verde prato e dalle vigne
Da cui si produce il nero nettare degli dei
Forti sapori, leggere brezze
L’armonia del quieto vivere 
Narrami delle bianche spiagge
E delle acque cristalline 
Che abbracciano questi luoghi 
Uomo e natura, sereno e selvaggio
Sono in perfetto equilibrio
Amplifica i miei sensi
Fammi sentire gli odori 
Fammi percepire i suoni 
Fammi vedere i colori
Di questo meraviglioso sole 
Che si getta dietro il colle
All’orizzonte

Classi intellettuali

La società odierna è divisa in classi economiche e su essa si basa ma ci sono anche altri aspetti della società come quello culturale e intellettuale. A seconda dell’ambiente in cui viviamo,delle nostre doti naturali e dove ci formiamo  ci potrebbe classificare.

Sottoproletariato urbano e rurale
Il sottoproletariato urbano dal punto di vista culturale è l’ultimo scalino,reazionario e legato alle tradizioni. Può anche arricchirsi e migliorare la sua condizione sociale ma mai riuscirà ad avere un’ampia cultura. Tende a ghettizzarsi in paesi o quartieri che non lascerà mai,riconoscono le falle del capitalismo ma la loro ignoranza li porta cercare dei capri espiatori nei “diversi” ,coloro che non rientrano nell’equazione “Dio,patria ,famiglia”. La loro formazione culturale si ferma alla quinta elementare ,infatti solitamente lasciano la scuola. Possono anche essere dei borghesi che vivono in grandi centri ;questi ostentano la loro ricchezza e il loro privilegio non capendo nemmeno da dove venga(solitamente sono i figli stupidi di borghesi),vivono di rendita senza meritare niente.Sarebbero operai e contadini perfetti.

Proletariato intellettuale

Il proletariato intellettuale quella classe,quell’élite che pur non avendo le grandi risorse della borghesia riesce ad approfondire la sua cultura grazie alle sue grandi doti.Ha visioni internazionali e tende a trasferirsi se vive in piccoli centri,riconosce e falle del capitalismo e vede nel socialismo la soluzione.Rifiuta Dio perché non intelligibile e perché capisce che le Istituzioni ecclesiastiche difendono il privilegio ,rifiuta la patria perché crea confini fra i popoli che distruggono e limitano la solidarietà e la causa proletaria,rifiuta la famiglia tradizionale perché non riconosce i vari tipi di famiglia.Quest’élite può provenire sia dal sottoproletariato economico (un giovane che comprende e fugge dal suo quartiere),sia dal proletariato economico ,sia dalla borghesia economica (un giovane che comprende l’iniquità del suo privilegio). Sarebbero perfetti gestori dello Stato

Borghesia intellettuale

E’ una classe istruita e capace che però usa le sue doti per difendere il proprio privilegio. Vive in grandi centri e nei quartieri migliori,gestisce sempre una fabbrica o lavora nella pubblica amministrazione. Legata alle tradizioni perché difendono il privilegio tende a sopprimere il proletariato intellettuale. Comprende l’iniquità del suo privilegio ma egoisticamente non gli importa. Una volta detronizzati sarebbero dei perfetti burocrati.



Le profumiere bisessuali sono il male del genere femminile

dentro ad ogni gatta morta c’è una troia viva.

(via porcomondo)